Confermando quello che già si sapeva, ovvero che il gas naturale è attualmente la migliore soluzione per il trasporto pesante, mentre l’elettrico è ancora di là da venire, nelle categorie Distribution e Truck dell’ambito premio, si fanno largo ancora due veicoli a metano. Per lo Scania è la ciliegina su una gamma innovativa e per l’Iveco è il giusto coronamento di chi per primo ha creduto che l’Lng sul lungo raggio avrebbe potuto essere l’alternativa sostenibile, in tutti i sensi, al diesel.

STY ‘TRACTOR 2019’: IVECO STRALIS NP 460

Primo trattore con motore a metano liquido (Lng) a proporre prestazioni competitive su lunga distanza per qualsiasi tipo di trasporto, l’Iveco Stralis Np 460 è anche l’unico a dichiarare (e a mantenere la promessa) quei 1.500 chilometri e più di autonomia che, nonostante l’aumento dei distributori, fanno la differenza.

Motore e cambio, infine, offrono praticamente lo stato dell’arte sia per quel che riguarda la trazione a gas sia per il controllo della marcia inteso come massimo sfruttamento delle prestazioni con il minimo consumo e, quindi, impatto ambientale.

STY ‘DISTRIBUTION 2019’: SCANIA L 340 CNG

Dotata di ampio accesso (gradini larghi 76 centimetri), altezza interna di 1,8 metri (la Normal), comodo passaggio interno, finestra City Safe per coprire l’angolo morto a destra e della funzione kneeling che la abbassa ulteriormente di 10 centimetri per facilitare la salita a bordo, la Serie L non solo propone una cabina ‘per la città’ ma la farcisce anche di tutta la tecnologia necessaria per renderla davvero sostenibile dal punto di vista della sicurezza.

Motore e cambio, infine, offrono praticamente lo stato dell’arte sia per quel che riguarda la trazione a gas sia per il controllo della marcia inteso come massimo sfruttamento delle prestazioni con il minimo consumo e, quindi, impatto ambientale.