Era stata annunciata nel luglio 2017  che sarebbe stata disponibile sul mercato la versione a metano della Opel Astra. Dopo un anno finalmente dovrebbe essere presto disponibile la Sports Tourer ecoM.  La familiare tedesca alimentata con gas naturale va ad allargare le possibilità di scelta, fino ad oggi dominata solo da modelli Fiat e del gruppo Volkswagen.

Molto bene sul fronte dei consumi innanzitutto, perché la nuova Opel Astra a metano è risultata vicinissima alle concorrenti citate con una media di 3,20 kg/100 km (31,25 km/kg) che si traduce in una spesa al distributore bassissima: appena 10,59 euro. In più si tratta di una vettura monofuel (o monovalente) con un piccolo serbatoio di benzina che garantisce l’esenzione del bollo auto. 

Come detto la Opel Astra Sports Tourer 1.4 Turbo 110 CV ecoM è riuscita con i suoi 3,20 kg/100 km ad avvicinarsi alle migliori rivali a metano come la Skoda Octavia Wagon Executive G-TEC 1.4 TSI  Seat Leon 1.4 TGI (3,15 kg/100 km – 31,75 km/kg). Ottimo risultato, anche paragonato a quello della a benzina.