Gennaio 2013. Il ministero dell’ambiente tedesco (BMU) finanzierà con 3.300.000 € un progetto per lo sviluppo su larga scala delle tecnologie di nuova generazione per la produzione di metano sintetico ricavato dall’energia solare o eolica.

Il centro per l’energia solare e la ricerca sull’idrogeno di Baden-Württemberg (ZSW), SolarFuel e ENERTRAG, hanno dato vita ad un gruppo che prevede di sviluppare elettrolizzatori alcalini da 300 kW di potenza, di nuova generazione, composti da circa 70 celle con superficie e capacità di produzione di idrogeno maggiorata. Ciò significa che la nuova tecnologia sarà più compatta rispetto alle installazioni precedenti. Con una contemporanea riduzione dei costi.

L’idrogeno ricavato sarà poi sottoposto ad un processo di metanazione (idrogeno combinato con anidride carbonica). Questo “metano sintetico”, perfettamente compatibile con quello di origine fossile, può essere inviato direttamente alla rete del gas naturale, permettendo così lo stoccaggio di energia rinnovabile anche per lungo tempo, cosa oggi difficilmente realizzabile con l’energia solare o eolica, che al contrario deve essere utilizzata immediatamente. Il metano così prodotto, essendo rinnovabile, contribuisce alla riduzione delle emissioni di gas serra e può essere utilizzato per tutti gli usi del gas naturale, dalla generazione di energia elettrica all’alimentazione di veicoli a metano.